Cosa fai di professione? Macino parole. E pensieri

Appunti da un anno di traduzioni, revisioni e ripensamenti.

Io rimugino.

Con gli anni ho imparato a non agire d’impulso (beh, quasi sempre), che si tratti di fare un acquisto personale o di lavoro, o delle decisioni sulla mia attività imprenditoriale. Sulle scelte da fare per crescere, e non parlo necessariamente di ricavi, ma di soddisfazione. Continue reading →

Advertisements

Le parole contano. E costano

Perché affidare una traduzione di marketing a chi se ne intende davvero.

Pensa a questa situazione: hai investito tempo e denaro nella profilazione del tuo pubblico target, creando poi una campagna ad hoc per promuovere quel prodotto o quell’altro servizio. Hai pianificato una campagna multipiattaforma e magari multiformato. E poi, per riprodurla in altri paesi cosa fai? Affidi l’adattamento al tuo impiegato bilingue, che magari non lavora nemmeno nel marketing, ma tanto la lingua un po’ la sa. Continue reading →

Il ricercatore iconografico

Saper scegliere le foto più adatte ai contenuti non è solo un’arte, ma anche una professione.

Per concludere l’anno in bellezza mi sono regalata un ultimo corso, perché la formazione continua non è solo un requisito fondamentale della professione e delle due associazioni di categoria di cui faccio parte (ANITI e Chartered Institute of Linguists), ma anche una necessità personale. Per continuare a crescere, a perfezionarsi e a imparare cose nuove. Continue reading →