Tradurre non è un hobby

A volte mi capita di leggere o sentire parlare della traduzione e dei traduttori in termini elegiaci o mediante stereotipi e frasi fatte. Tutto molto romantico, ma anche lontano dalla realtà e un’immagine che rischia anche di nuocere alla professione. Continue reading →

Advertisements

Translation and creativity

The work of the translator, even on the most technical contents, always includes a part of creativity, which may be more or less important depending on the type of text, because in the end it is always about rewriting it as if it were born in Italian, in my case. Continue reading →

Rivoluzione digitale e ospitalità: integrazioni, potenzialità, esempi

Recentemente ho lavorato alla traduzione italiana di un libro che indaga uno degli argomenti che più interessano e di cui mi occupo: le nuove tecnologie digitali e le trasformazioni che ne conseguono nell’immediato e nel futuro, con particolare applicazione al mondo dei brand e del marketing.

Mi sono chiesta allora se queste nuove tecnologie, dalla realtà virtuale a quella aumentata, passando per i chatbot, sono già entrate in un altro settore di mia stretta competenza, l’ospitalità, e se sì, in che modo. Continue reading →