Le parole dell’ospitalità | Attrition clause

La terminologia del settore alberghiero.

Oggi parliamo di:

attrition / attrition clause clausola di minimo garantito

Attrition clause è un termine ricorrente nei contratti alberghieri di meeting, eventi e incentive, o in generale relativi a soggiorni che prevedano un allotment (blocco) di camere che, previa negoziazione e firma del contratto, l’albergo blocca per il cliente e toglie dall’inventario per le date di riferimento.

Sono quindi camere o servizi che l’hotel non avrà più occasione di rivendere. Per questo in molti contratti del settore, oltre a una clausola di cancellazione (cancellation clause), si inserisce anche una attrition clause, cioè una clausola di minimo garantito.

Cancellation e attrition non sono la stessa cosa perché fanno riferimento a due momenti distinti del rapporto contrattuale tra l’hotel e il cliente.

La clausola di cancellazione si applica infatti prima dell’evento/ meeting /soggiorno, nel caso in cui il cliente cancelli camere, sale meeting o altri servizi oltre le percentuali o i tempi previsti dal contratto.

La clausola di minimo garantito si applica invece a evento o soggiorno terminato, nel caso in cui il cliente non abbia tenuto fede ai servizi confermati: camere o sale meeting non occupate, ma anche garanzie non soddisfatte rispetto a servizi F&B.

L’attrition clause mira dunque a proteggere l’integrità del contratto negoziato, attraverso il pagamento di penali in base ai termini contrattuali.

Essendo un termine molto specifico, utilizzato dagli addetti ai lavori, ci si domanda spesso se sia utile tradurlo in italiano. La risposta è sì, soprattutto per evitare qualsiasi sorta di malinteso in caso di versione italiana del contratto.

 

L’autore del contributo
lauracattaneo.euLaura Cattaneo è una traduttrice italiana che lavora da inglese, francese e spagnolo, specialista in MarCom, transcreation, lusso, ospitalità, legale. La sua esperienza e le competenze di traduzione, revisione, scrittura, marketing e analisi culturale le consentono di adattare i testi ai gusti, alla cultura e alle consuetudini del pubblico e del mercato di lingua italiana. Seguila su Twitter @lauracattaneo_ o visita il suo sito web lauracattaneo.eu

 

Annunci